Breaking News

La Vita di una mucca in un allevamento da latte.

Questa è la routine in molti allevamenti industriali . Questo è ciò che può accadere in un allevamento da latte

nestlèQuesto è quanto può accadere in un’azienda di allevamento da latte. Una mucca viene vessata , bastonata, frustrata, in un ambiente dove la parola d’ordine è la produzione e il guadagno, tipico delle multinazionali.

Le lattifere sono sfruttate molto intensamente  per motivi tecnici di produzione, stessi motivi per cui la vita delle vacche da latte diventa molto breve. Basti pensare che usurate dalle  superproduzione di latte, vivono 7 o 8 anni, mentre in natura potrebbero vivere fino a 40 anni.

Andiamo ad analizzare solo alcuni dei motivi tecnici di produzione che “obbligano” le aziende da latte a maltrattare gli animali…

  1. Le vacche devono necessariamente essere sottoposte a  super alimentazione perché producano più latte, di conseguenza le mammelle si gonfiano spropositamene diventando sensibili alle infezioni mastitiche.
  2. Nei periodi di scarsità di latte gli animali vengono imbottiti di farmaci , questo avviene durante la fine della lattazione e prima del parto successivo.
  3. Tutte le bovine non allattano più il  vitello e sono tutte sottoposte alla mungitura meccanica, che deve essere controllata solo perché, se qualcosa non funziona bene, può indurre mastite causando la perdita di guadagno.
  4. Nel reparto dove gli animali circolano, si possono verificare dei ristagni di acqua mescolata alle deiezioni.  Questi reparti sono cementificati o fatti di terra e vengono puliti meccanicamente. Il punto critico è dovuto a prendere  a calci le mucche per farle alzare, appenderle  a una catena al collo e farle trascinare via da un trattore perché non ce la fa più a camminare. Questa è tortura. Questa è la routine in molti allevamenti industriali .Questi sono solo alcuni dei motivi tecnici per cui un’industria di latte NON PUÒ’  RISPETTARE COMPLETAMENTE UN ETICA ANIMALISTA, CONTRARIAMENTE,ANDREBBE PER MOTIVI TECNICI , CONTRO I PRIMARI OBIETTIVI DI GUADAGNO.

 

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...

Author: notiziautile

Share This Post On

DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email all'indirizzo jedasupport@libero.it,oppure direttamente dal nostro modulo di contatto diretto QUI . Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. IMPORTANTE L’utilizzo del sito e la lettura degli articoli riguardo la salute in esso contenuti non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico. Quanto contenuto nel presente sito ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane